Per tradizione i ballerini devono invitare a ballare le ballerine, e per tanto succede che i ballerini col tempo facciano selezione ed invitino a ballare quelle con cui gli piace ballare di più. Così accade che certe ballerine restino a bordo pista a guardare gli altri ballare e magari non ballano per tutta la serata.

Da un po di tempo suggerisco alle ballerine di andarsi a prendere i ballerini con cui vogliono ballare. Molte per cultura e tipo di educazione sono ritrose a farlo.

Einstein diceva che “l’unica cosa che gli impediva di accedere alla conoscenza era la sua educazione. Lo diceva in un altro ambito ma questo aforisma torna utile anche nel ballo.

Oggi ci ripensavo a questo argomento ed ho riformulato così il mio pensiero. Noi uomini dobbiamo invitare a ballare e dobbiamo imparare a incassare i rifiuti. Tuttavia questa palestra ci rende responsabili del nostro divertimento. Se ci divertiamo o meno, cioè se balliamo o meno dipende in PRIMA parte da noi stessi. Invito le donne a prendere in mano … il proprio divertimento … (ehmm forse non dovevo scriverla così, scatenate pure i vostri doppi sensi ahaha) … ovvero invito le donne a diventare responsabili del proprio divertimento, in modo che non sia reattivo (se e solo se vengono invitate a ballare).

Muccino nel film la ricerca della felicità fa dire a Will Smith a suo figlio: “se hai un sogno vai a prenderlo“.
Io dico a voi: “se vuoi ballare con un ballerino vai a chiederglielo“, e il senso vuole essere lo stesso.

Evitate di vivere la serata di ballo in modo reattivo, diventate proattive del vostro divertimento, se vi divertite o meno dipende soprattutto da voi e vi godrete molto di più la vita, che tra l’altro fino a prova contraria è una sola. 😉

Buoni balli.

Translate »